Spaventapasseri sonoro elettronico

Se gli uccelli si abituano a mangiare indisturbati frutti in un posto, le ciliegi, le pere, gli gelsi, l’uva e tutto il resto vengono divorati prima della maturazione. Il guaio è che non si limitano a mangiarne solo una porzione, ma li beccano tutti e sempre più acerbi. Nel mio orto, l’anno scorso gli gelsi neri non diventavano neanche rosa e le pere venivano beccati già da piccole, mi stupii quando decisi di salire sull’albero per togliere i resti delle pere, io sulla scala da un lato e di fronte, a distanza di un metro, un passero continuava tranquillamente il suo banchetto. E pensare che avevo provato a spaventarli con i CD, le strisce di carta argentata e i sacchetti neri ma…niente.  Quest’anno ho costruito uno spaventapasseri elettronico e sonoro, oltre a dei movimenti di plastiche colorate e eliche, emette versi di aquila, falco, gatto ecc ….. Il tutto va automaticamente in funzione alle prime luci del mattino e si spegne la sera.
Mi piace il “FAI DA TE”, quindi mi sono divertito nel costruirlo e ho avuti ottimi risultati. 

Ho usato un pò quel che avevo: un vecchio mp3 player, 4 altoparlanti in secchi di plastica messi negli angoli del frutteto, 2 relays e una ruota che li comanda a turno alternando sia gli altoparlanti che i motorini con eliche che mettono in movimento i sacchetti neri.
Ogni 4-5 giorni vengono cambiati i versi o loro seguenza e gli uccelli non entrano più in quel quadrato di terra

Spaventapasseri sonoro elettronico Video

Il mio GERMBOX

LA SERRA

Cominciano i lavori

 

Arriva la neve e la serra è quasi terminata

L'anno seguente.....